TAPPA / STAGE 9: Rifugio Col Gallina > Caprile

 

Veduta dal Monte Pore attraverso la Val Cordévole sulla Marmolada e il Piz Boè / View from Monte Pore across Val Cordévole to Marmolada and Piz Boè

Durante la Prima Guerra Mondiale ci furono aspri combattimenti sul Lagazuoi, che dà sul Passo Falzàrego, e oggi le baracche e le gallerie militari costituiscono un museo a cielo aperto.

Il Percorso Base segue il sentiero dal Col Gallina alla Forcella Nuvolau, in tempo per un cappuccino al Rifugio Averau; poi attraversiamo l’alpe verso il Monte Pore, che – attorniato da cime sui 3.000 metri – è come l’ombelico delle Dolomiti. La discesa è ripida e stretta all’inizio, quando facciamo capolino lungo la Val Fiorentina verso il Pelmo con la Civetta che svetta sul Lago di Alleghe.

La Variante 9 segue il percorso di Amelia e Lucy verso il Castello di Andràz, poi prende l’antica Strada della Vena verso Colle Santa Lucia. Questa strada fu costruita in epoca medievale per trasportare il minerale di ferro dalla miniera di Fursìl al castello dove veniva fuso.

Le strade si congiungono a Colle Santa Lucia, dove ci rifocilliamo al bar sulla piazza principale, prima di prendere il sentiero che dalla piazza scende attraverso il bosco fino a Caprile. Questo è lo stesso sentiero che Amelia e Lucy seguirono durante la loro visita.

Proprio sopra Caprile ci imbattiamo nel vecchio posto di confine tra Italia e Austria, quello menzionato da Amelia, e che oggi è conservato come memento storico.

There was heavy fighting on Lagazuoi, overlooking Passo Falzarègo, during World War I. The former military barracks and tunnels are now an open-air museum.

The Foundation Route takes the path from Col Gallina to Forcella Nuvolau, in time for a cappuccino at Rifugio Averau; then we cross the alp towards Monte Pore. Monte Pore is like the eye of the Dolomites, circled by 3,000 m peaks. The descent is steep and narrow at first as we peer along Val Fiorentina to Pelmo with Civetta rising high above Lago di Alleghe.

Variant 9 follows Amelia and Lucy’s trail to Castello di Andràz then picks up the ancient Strada de la Vena to Colle Santa Lucia. This road was constructed in medieval times to transport iron ore from the Fursìl mine to the castle, where it was smelted.

The routes merge at Colle Santa Lucia where we enjoy some refreshment in the bar on the main square before taking the footpath from the square down through the forest to Caprile. This is the same path that Amelia and Lucy followed on their visit.

Just above Caprile we come across the former border post between Italy and Austria which Amelia mentioned. It is preserved today as a historical reminder.


nvia i tuoi commenti, storie, aggiornamenti o foto di questo stage e li pubblicheremo nella pagina in alto.

Send us your comments, stories, updates or photos of this stage and we will post them on the page above.