iconfinder_flag-italy_748049png   Il 2022 è il 150° anniversario del viaggio pionieristico di Amelia Edwards attraverso le Dolomiti.

Via Amelia 150 celebrerà il patrimonio storico, culturale e naturale delle Dolomiti e sottolineerà il legame spirituale che esiste tra questo paesaggio unico e l’umanità.

Tramite collaborazioni e partnership, Via Amelia 150 consentirà ai partecipanti di:
  • Ricalcare la Via Amelia – il percorso di Amelia Edwards su strada e mulattiere attraverso i villaggi che ha visitato
  • Celebrare la prima salita al Sasso Bianco da parte di uno straniero
  • Apprezzare gli 'Spiriti delle Dolomiti' – gli effetti che il paesaggio e gli uomini delle Dolomiti hanno sulle nostre emozioni
  • Impegnarsi a preservare questo prezioso ambiente per le generazioni future

Informazioni di base

Nel 1872, la famosa romanziera inglese Amelia Edwards si imbarcò in un intrepido viaggio nelle Dolomiti. Nel suo libro Untrodden Peaks and Unfrequented Valleys (Cime inviolate e valli sconosciute) la Edwards racconta le sue incredibili avventure attraverso le Dolomiti. A meravigliarci non fu solo l’improbabile viaggio nei tempi andati, ma anche le fantastiche illustrazioni della scrittrice. Scritto in prima persona, esso incanta tuttora con un racconto vivido e meticoloso dei viaggi dell’autrice in carrozza o su carri trainati da cavalli, cavalcando muli all’amazzone su percorsi irregolari oppure a piedi sui sentieri più ripidi, in compagnia di un’amica, Lucy Renshaw. Accompagnata dalle guide Clemente Callegari di Caprile e Giuseppe Ghedina di Cortina, è lei che si aggiudica la prima ascesa al Sasso Bianco. Amelia ci affascina non solo con descrizioni dettagliate dei posti visitati, ma anche con racconti arguti riguardo alle sue conversazioni con la vasta gamma di personaggi che incontra. Grazie ai disegni incantevoli di Amelia e ai suoi squisiti ritratti verbali, ci è stato concesso di viaggiare con la fantasia nel tempo e di immaginare com’era la vita in questo ambiente, ora patrimonio mondiale, durante gli albori del turismo. La precisione degli scritti di Amelia ci fornisce una testimonianza storica ricca e gratificante.

Dal 2015 al 2017, i fratelli Alan e Susan Boyle hanno seguito lo stesso percorso compiuto da Amelia e Lucy da Cortina a Bolzano, su strada e su sentieri, nelle stesse valli, attraverso gli stessi valichi di montagna e sopra, o attorno, alle stesse vette. Lungo la strada si sono fermati nelle città e nei villaggi che la Edwards e la Renshaw visitarono per scoprire che cosa era successo agli alberghi e alle osterie in cui dormirono e per cercare eventuali discendenti delle persone che avevano incontrato. Nel loro libro, Spiriti delle Dolomiti, Alan e Susan esplorano il passato e il presente, il cambiamento e la continuità.

iconfinder_flag-united-kingdom_748024png   2022 is the 150th anniversary of Amelia Edwards’ pioneering journey through the Dolomites.
Via Amelia 150 will celebrate the historical, cultural and natural heritage of the Dolomites and preserve the spiritual bond between this unique landscape and humanity.

Through collaboration and partnerships, Via Amelia 150 will enable participants to:
  • Retrace Via Amelia – Amelia Edwards’s trail by road and bridle path through the villages she visited
  • Celebrate the first ascent of Sasso Bianco by a foreigner
  • Appreciate the 'Spirits of the Dolomites' – the effects that the landscape and humanity of the Dolomites have on our emotions
  • Make a commitment to preserve this precious environment for future generations.

Background

In 1872, Amelia Edwards, a popular English novelist, embarked on an intrepid journey through the Dolomites. In her book Untrodden Peaks and Unfrequented Valleys Amelia tells us the story of her astonishing adventures in the Dolomites. It was not only the improbable journey in a bygone age that amazed us, but also the incredible illustrations drawn by the author herself. She enthrals us with a meticulous and vivid account of her travels by horse-drawn carriage and cart, riding side-saddle on mules over rougher trails and by foot up and down steep rocky paths accompanied by a female friend Lucy Renshaw. With their guides, Clemente Callegari from Caprile and Giuseppe Ghedina from Cortina, Amelia and Lucy made the first recorded ascent of Sasso Bianco by foreigners. Amelia fascinates us with detailed descriptions of the places she visited and witty accounts of her conversations with the wide range of ordinary people they encountered. Amelia’s delightful sketches and exquisite pen-portraits enable our imaginations to travel through time and picture what life was like at the dawn of tourism in this World Heritage Site. The precision of Amelia’s writing provides a rich historical insight.

From 2015 to 2017, siblings Alan Boyle and Susan Boyle followed Amelia and Lucy’s precise route, from Cortina to Bolzano, by road and footpath, through the same valleys, across the same mountain passes and over, or around, the same peaks. Along the way Alan and Susan stopped in the towns and villages Amelia and Lucy visited to discover what had happened to the inns and hotels where they slept, and to search for descendants of people Amelia and Lucy met. In their book Spirits of the Dolomites, Alan and Susan explore past and present, change and continuity.


Via Amelia 150

Via Amelia 150

  • Presentazioni ed Esposizioni
  • Via Amelia - un tour storico su strada, con alcune sezioni del sentiero, che segue il viaggio preciso di Amelia
  • Sasso Bianco - celebrazione della prima ascesa di Sasso Bianco da parte della Edwards.
  • Presentations and Exhibitions
  • Via Amelia - a historical tour by road, with some footpath sections, that follows Amelia’s exact journey
  • Sasso Bianco - celebration of the first ascent by Amelia Edwards

Presentazioni ed Esposizioni
Spiriti delle Dolomiti 150 sarà una Presentazione audio-visiva di 60 minuti a cura di Susan Boyle. Ingresso libero. Racconta la storia del viaggio di Amelia nelle Dolomiti nel 1872 e i risultati della ricerca dei fratelli Boyle per ripercorrere il suo viaggio tra il 2015 e il 2017. Contiene un messaggio importantissimo per conservare questo ambiente per le generazioni future.

Sarà il comune/ufficio del turismo locale ad ospitare la Presentazione in molte delle località che Amelia visitò. L’ente ospitante fornirà un’introduzione locale alla Presentazione. Alla fine dell’incontro ci sarà la possibilità di fare domande, acquistare libri e farli firmare dagli autori.

Un’Esposizione itinerante accompagnerà la presentazione. La mostra offrirà una serie di pannelli sulla Edwards, il suo viaggio e il suo libro in tre lingue: italiano, tedesco e inglese. L’Esposizione può essere arricchita con contributi specifici locali.
Vedi il programma per le date.

Presentation and Exhibition
Spiriti delle Dolomiti 150 is a 60-minute audio-visual presentation by Susan Boyle. Free admission. It tells the story of Amelia’s journey through the Dolomites in 1872 and the results of the research to retrace her journey from 2015 – 2017. It includes an important message about preserving this environment for future generations.

The presentation at towns and villages that Amelia visited, will be hosted by the local comune / tourist office. The host will provide a local introduction to the presentation. Questions, book sales and book signing after each presentation.

A travelling exhibition will accompany the presentation.There will be a series of panels about Amelia, her journey and her book in three languages: Italian, German and English. Each exhibition may be supplemented by local contributions.
See the plan for dates.

Via Amelia
Un’occasione per ripercorrere il viaggio dolomitico della Edwards e viaggiare indietro nel tempo confrontando i ritratti a penna di Amelia dei luoghi che visitò con ciò che esiste oggi. Ci fermiamo dove lei effettuò i suoi acquerelli e scopriamo quello che è cambiato e quello che rimane invariato. Scopriamo tutte le località visitate dalla Edwards, pernottiamo negli stessi alberghi dove dormì (adesso sono alberghi di 4*).

Si può tracciare la Via Amelia in forma di tour auto-guidato con il supporto di un'audioguida gratuita con dettagli del percorso, su dove fermarsi e cosa vedere. L'audioguida ha 10 itinerari separati. Ogni itinerario può essere seguito indipendentemente. Segui i link per scaricare l'audioguida:

Itinerario 1: Da Venezia a Cortina d'Ampezzo clicca qui

Itinerario 2: A Cortina clicca qui

Itinerario 3: Giro in Cadore clicca qui

Itinerario 4: Da Cortina d'Ampezzo a Caprile clicca qui

Itinerario 5: Intorno a Caprile clicca qui

Itinerario 6: Da Caprile a San Martino di Castrozza

Itinerario 7: Da San Martino di Castrozza a Caprile

Itinerario 8: Giro di Zoldo

Itinerario 9: Da Caprile a Corvara

Itinerario 10: Da Corvara a Bolzano / Bozen

Via Amelia
An opportunity to retrace Amelia’s journey through the Dolomites and travel back in time by comparing Amelia’s pen portraits of the places she visited with what exists today. Stop where Amelia drew her sketches to discover what has changed and what remains. Visit all the towns and villages Amelia passed through, stay overnight at the same hotels where Amelia slept (now 4* hotels).

Via Amelia may be retraced as a self-guided tour from a free audio guide with full details of the journey, where to stop and what to see. The audio guide has 10 separate itineraries. Each itinerary may be followed independently. Follow the links to download the audioguide:

Itinerary 1: Venice to Cortina d'Ampezzo click here

Itinerary 2: At Cortina click here

Itinerary 3: Giro in Cadore click here

Itinerary 4: Cortina d'Ampezzo to Caprile click here

Itinerary 5: Around Caprile click here

Itinerary 6: Caprile to San Martino di Castrozza click here

Itinerary 7: San Martino di Castrozza to Caprile click here

Itinerary 8: Giro di Zoldo click here

Itinerary 9: Caprile to Corvara click here

Itinerary 10: Corvara to Bolzano / Bozen click here

Sasso Bianco
La celebrazione della prima ascesa al Sasso Bianco da parte della Edwards. Festeggiamo quest’evento il venerdì 22 luglio – vedi il programma – il giorno successivo alla presentazione a Caprile.

Sarà una celebrazione molto particolare e speriamo di coinvolgere i soci CAI locali; molte persone riusciranno a fare la salita in giornata. Vi è anche la possibilità per chi segue la Via Amelia di raggiungere il Rifugio Sasso Bianco, prendendo la jeep fino a Costa, poi proseguendo a piedi (circa 30 minuti) fino al rifugio. La vetta del Sasso Bianco dista circa 90 minuti dal rifugio.

Sasso Bianco
The celebration of the first ascent of Sasso Bianco by Amelia Edwards. We will celebrate this first ascent on Friday 22 July - see the plan. This is the day after the Presentation in Caprile.

This will be a very special celebration that will involve mebers of the CAI (Italian Alpine Club); many people will be able to make the climb in the day. It may also be possible to reach Rifugio Sasso Bianco by jeep to Costa, then on foot (about 30 minutes) to the rifugio. The summit of Sasso Bianco is about 90 minutes from the rifugio.

 


iconfinder_flag-italy_748049png   Se desideri collaborare con noi o iscriverti alla nostra mailing list compilo questo modolo

iconfinder_flag-united-kingdom_748024png   If you would like to collaborate with us or join our mailing list, then please complete this form.