+44 1471 668153

Hotel Croda Rossa

Locatelli was really buzzing this morning with people everywhere: packing rucksacks, tying bootlaces, fiddling with climbing harnesses, adjusting mountain bikes, or just standing around gawping at everyone and generally getting in the way.

Among this hectic throng the staff managed to serve everyone breakfast promptly and with a smile.

While yesterday I enjoyed majestic peaks, today it was the turn of a secluded valley.  

Ten minutes after leaving Locatelli I was climbing down into the peace and solitude of Val Rinbon along an excellent footpath that zigzags gently down steep slopes at the head of the valley.

Soon I was enjoying sunshine through the trees, serenaded by birdsong and decorated with beautiful wild clematis hanging from branches overhead. The only person I met was a trail runner who blasted past me on her way up and then flew past me again, going down, two hours later as I reached the end of the valley at Landro.

Heavy, dark clouds filled the sky and it started to rain hard. By the time I reached Hotel Croda Rossa at Carbonin I was dripping everywhere from my waterproofs but dry underneath. They didn't complain about the trail of little puddles I was leaving behind.

Today was four hours downhill and a half-day rest while I do some washing and enjoy a hot shower in this comfortable hotel.

 

26 giugno

Il Locatelli era veramente animato stamattina, con gente dappertutto che chiudeva zaini, allacciava stringe degli stivali, trafficava con imbracature, aggiustava mountain bike, o che semplicemente si imbambolava come un allocco intralciando tutti.

Nonostante la folla frenetica, lo staff è riuscito a servire la prima colazione puntualmente e con un sorriso.

E se ieri ho goduto le cime maestose, oggi mi toccava una valle appartata.

Dieci minuti dopo aver lasciato il Rifugio Locatelli stavo scendendo nella pace e solitudine di Val Ribon, seguendo un ottimo sentiero che zigzaga dolcemente giù dai pendii ripidi fino al fondo della valle.

Presto mi gustavo il sole che filtrava tra gli alberi decorati da bellissimi clematis selvatici e una serenata cantata dagli uccelli appollaiati nei rami superiori. L’unica anima che ho incontrato era un corridore di trail che mi ha passato come un razzo mentre saliva per poi, dopo due ore, schizzare giù mentre raggiungevo la fine della valle a Landro.

Grosse nuvole pesanti oscuravano il cielo e ha cominciato a piovere a dirotto. Quando sono arrivato a Hotel Croda Rossa a Carbonin, sgocciolavo dappertutto con i miei impermeabili, ma sotto ero asciutto. Nessuno si è lamentato, fortunatamente, della scia di piccole pozzanghere che ho lasciato dietro di me.

Oggi ho fatto una camminata di quattro ore in discesa e mi riposerò per una mezza giornata per fare un po’ di bucato e una bella doccia calda in quest’albergo confortevole.