+44 1471 668153

Caprile

21 July 2016

Rifugio Falier was originally a military HQ during World War I and today we left on the historic army supply trail finding it hard to imagine war and death among such peaceful and beautiful natural surroundings.

The farm Malga Ciapela makes award-winning cheeses so Jasmine stocked up for our journey while we supped our cappuccini.

The original track through the Sottoguda gorge, which Amelia followed, is now closed to traffic but open to visitors and is well worth the 2 euro entry fee.  Amelia describes the gorge in detail and it's easy to recognise her account today. The 100m high vertical walls are so close together it's almost possible to touch both sides in places.

At the end of the gorge we passed through the delightful Sottoguda village where the original buildings and narrow streets have been preserved. It's easy to imagine Amelia walking through the same street.

Finally we reached the upper end of the Sentiero Naturalistico which runs from Sottoguda to Masare, near Alleghe.  I started the second loop along this trail from Caprile to Masare so it was good to complete the loop, using the same beautiful trail, all the way down to Caprile.

 

21 luglio 2016 

Rifugio Falier era originariamente un accampamento militare della Prima Guerra Mondiale e questa mattina abbiamo iniziato la nostra giornata su una mulattiera utilizzata per il trasporto dell'approvvigionamento e ho trovato difficile immaginare la guerra e la morte in questi paesaggi così sereni e stupendi.

L'agriturismo di Malga Ciapela, che abbiamo attraversato strada facendo, fa dei formaggi pluripremiati, quindi Jasmine ha fatto scorta per il viaggio mentre sorseggiavamo un cappuccino. 

La strada originariamente passava attraverso i Serrai di Sottoguda, ed è la stessa che seguí Amelia, ma da anni chiusa al traffico e aperta ai visitatori; spendere 2 euro per discenderla ne è valsa largamente la pena. Amelia descrive questa gola nei minimi dettagli ed è facile riconoscere tutt'ora il suo racconto. Le pareti verticali alte 100m sono così vicine che in alcuni punti è praticamente possibile toccarle entrambe contemporaneamente. 

Terminati i Serrai abbiamo attraversato la deliziosa cittadina di Sottoguda dove sono ancora presenti le costruzioni originali e le sue strette stradine. È facile immaginare Amelia che cammina sui nostri stessi passi. 

Alla fine abbiamo raggiunto la parte alta del Sentiero Naturalistico che collega Sottoguda a Masaré, vicino ad Alleghe. Ho iniziato il secondo anello seguendo questo sentiero da Caprile a Masaré, quindi è stato molto piacevole completare l'anello terminando questo stesso bellissimo percorso fino a Caprile.